Studio di un caso

Transporto per la vita

da Mark Nicholson

Settembre 2016

Le società di logistica e per la movimentazione dei materiali  sostengono il progresso nei paesi in via di sviluppo

Il settore della movimentazione dei materiali, logistica e trasporti ha il potere di migliorare la vita, ma non tutte le aree del mondo ne traggono vantaggio allo stesso modo. Mark Nicholson scopre come Transaid sta lavorando per eliminare le differenze – e cosa possono fare i lettori di eureka per agevolare questo processo.

Transaid_content_images_750x400_2

Senza carrelli – immaginate quanto tempo impiegherebbe la merce per arrivare fino a noi, quanto sarebbe più costoso spostarla e difficile svolgere questo tipo di  lavoro. E considerate come cambierebbero le cose senza camion, autobus e automobili.

Nei paesi relativamente ricchi diamo per scontato che veicoli e carrelli di alta qualità, ben mantenuti, siano sempre a nostra disposizione, insieme alle necessarie competenze ed addestramento per operarli e mantenerli in modo sicuro.

Transaid, un’organizzazione di sviluppo internazionale, dà al nostro settore l’opportunità di contribuire al miglioramento della vita dei popoli in via di sviluppo facendo si che i mezzi di  trasporto siano più disponibili e possano essere acquistati con maggior facilità. Oltre a creare o aggiornare sistemi di trasporto locale offre l’addestramento agli autisti di automezzi pesanti, veicoli di trasporto passeggeri e operatori dei carrelli – inoltre, ne promuove la sicurezza.

Transaid_content_images_750x400_1

Mark Prickett ha condiviso le sue esperienze attraverso un mix di addestramento in aula e sul luogo.

Un impatto positivo

Un buon esempio di ciò che può essere ottenuto tramite Transaid è dato da Impact, la concessionaria della Cat® Lift Trucks per il Regno Unito e l’Irlanda. All’inizio di quest’anno, Mark Prickett, il National Training Manager di Impact, ha trascorso una settimana presso il centro di addestramento industriale in Zambia, dove ha insegnato ad un gruppo di tecnici – tra cui dirigenti e addestratori – come controllare ed eseguire la manutenzione di un carrello a forche.

Le persone hanno acquisito un’esperienza pratica sul nuovo carrello in contrappeso DP30N a diesel donato dalla Cat® Lift Trucks. Equipaggiato con protezioni aggiuntive per affrontare un ambiente polveroso, il carrello svolge un ruolo vitale nell’addestramento degli insegnanti e degli studenti per dimostrare come far funzionare ed eseguire la manutenzione dei carrelli nel settore della movimentazione in modo efficiente e sicuro.

 

Centro di formazione industriale (ITC), Zambia

Levy Kamanga, il direttore esecutivo di ITC, ci ha spiegato: “Come uno dei primi istituti di formazione nello Zambia a fornire un addestramento sui carrelli, abbiamo visto una crescita notevole nella richiesta per il nostro corso, che ha potuto aver successo solo grazie al sostegno di Transaid e i suoi partner di co-operazione”.

Poi ha aggiunto: “Impact ha messo a nostra disposizione non solo il carrello della Cat, ma anche Mark Prickett, uno dei loro addestratori nazionali, che ci ha addestrati su come seguire la manutenzione del carrello. L’addestramento è stato molto apprezzato e le competenze che ha condiviso con il nostro staff farà in modo che il carrello ci permetterà di addestrare un numero significativo di operatori nei prossimi anni”.

Transaid_content_images_750x400_3

Kamanga Levy, direttore esecutivo di ITC

Un’esperienza illuminante

Quando è stato chiesto a Mark Prickett di Impact se voleva lavorare nello Zambia per una settimana, ha dovuto pensarci per un po’ – soprattutto poiché aveva così poche informazioni sul luogo, ma poiché desiderava aiutare le persone, in particolare nel settore della sicurezza, ha deciso di andarci. La sua esperienza è stata una vera rivelazione.

Ci ha spiegato: “Lì la povertà è un incubo.  A confronto siamo davvero fortunati. Non è insolito per qualcuno dover percorrere quattro o cinque miglia per procurarsi un po’ di cibo. Nella stagione delle piogge, gli acquazzoni torrenziali provocano molte vittime sulle strade – spesso a causa dei difetti del veicolo, ad esempio pneumatici e tergicristalli usurati”.

Poi ha aggiunto: “Dare aiuto alle comunità in questa situazione è molto importante, ma non facile. In particolare, questi paesi hanno disperatamente bisogno di fondi – e donazioni a Transaid fanno davvero una gran differenza”.

 

Lavoro di squadra globale

Cat Lift Trucks ha richiesto il sostegno di Mantrac, che appartiene alla sua rete globale di concessionarie ufficiali, per assicurarsi che il carrello vitale raggiugesse la destinazione in modo sicuro e puntuale. Insieme alle competenze sulla logistica e movimentazione dei materiali, questa concessionaria pan-africana della Cat Lift Trucks ha fornito l’esperienza e le conoscenze locali per affrontare la sfida di lavorare in modo trans-frontaliero. Facendo uso della sua rete di depositi, Mantrac ha ricevuto il carrello alla sua succursale in Tanzania e poi lo ha spedito direttamente nello Zambia.

L'organizzazione per lo sviluppo internazionale Transaid offre al nostro settore l'opportunità di contribuire a migliorare le vite delle persone nei paesi in via di sviluppo, aumentando la disponibilità dei trasporti e rendendoli più convenienti.

Sostegno continuo

Impact è stata un membro corporativo di Transaid già fin dal gennaio 2015; oltre a garantire sostegni finanziari si è sforzata molto per aumentare l’interesse nell’istituto di beneficienza tra il proprio personale, clienti e fornitori.

Angela Deklerk, Business Development Manager Marketing di Impact, ci ha spiegato:

“Diciamo a tutti ciò che stiamo facendo con Transaid, perché è una cosa importante, e diamo loro la possibilità di aiutare, di fare donazioni o di suggerire idee per la raccolta dei fondi, se lo desiderano. Alcune delle aziende con cui lavoriamo, ad esempio Mentor Training, sono già coinvolte con Transaid e sarebbe bello se potessimo incoraggiare altre ad unirsi a noi”.

Una delle attività di Impact prevista per il prossimo anno è sostenere Colin Ingram, Regional Sales Manager, nella sfida di Transaid Cycle South Africa di 450 km nel marzo 2017, attraverso la quale la società mira a raccogliere 3.000 sterline (3.800 euro). Tra le altre attività si annoverano un display di Transaid sullo stand di Impact a IMHX 2016 e la donazioni di indumenti della Cat come premi del concorso.

 

Angela ha spiegato: “Inoltre intendiamo inviare in Africa Mark o un altro collega per prestare ulteriori aiuti. Attualmente stiamo discutendo questa possibilità con il team di Transaid per assicurarci di sapere esattamente ciò che è più necessario e dove”.

Un appello personale

Peter MacLeod, SHD Logistics Editor – un ambasciatore di Transaid e un partecipante in Cycle Tanzania 2015 – esorta altre società a partecipare. “Transaid è sempre alla ricerca di membri corporativi come Impact, la concessionaria della Cat Lift Trucks nel Regno Unito – un sostenitore attivo che lavora a stretto contatto con l’istituto di beneficienza per assisterlo nei suoi progetti”.

Poi ha continuato: “Ho preso un impegno personale per sostenere l’istituto di beneficienza nelle sue iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi. Di conseguenza, oltre ad allinearmi con Transaid da un punto di vista professionale,  scegliendolo come il nostro partner di beneficenza all’SHD Logistics Awards e IMHX 2016 impiegherò anche il mio tempo per sostenere Transaid in altri eventi”.

“Vorrei incoraggiare chiunque con un interesse professionale nel settore della logistica e trasporti a dare il proprio nome per una delle sfide di Transaid. Non solo ti dà un ottimo obiettivo da raggiungere, ma ti unisce anche molto ai colleghi  che vi partecipano”.

 

Transaid_content_images_750x400_4

Peter MacLeod, SHD Logistics Editor ed ambasciatore di Transaid

Cosa potete fare per aiutare?

Aggie Krasnolucka-Hickman, responsabile del settore marketing e comunicazioni di Transaid, ha precisato: “Stiamo attivamente cercando di incoraggiare più imprese ad aderire come membri corporativi – aziende che desiderano sostenere la nostra missione e la visione a lungo termine, finanziariamente, professionalmente e attraverso il coinvolgimento dei dipendenti. Abbiamo già un certo numero di aziende che leggono eureka, ma ci piacerebbe averne di più, da qualsiasi paese”.

I vantaggi di diventare un membro corporativo di Transaid includono: la possibilità di condividere le competenze dei dipendenti e le pratiche migliori della propria azienda a livello internazionale e di essere coinvolti in iniziative di coinvolgimento del personale nel Regno Unito; dimostrazione e realizzazione dei propri obiettivi di responsabilità sociale corporativa; e un’occasione unica per incontrare la Patron dell’istituto di beneficienza, sua altezza reale la principessa Anna, durante gli eventi di Transaid.

Poi Aggie ha aggiunto: “Siamo sempre felici di accogliere nuovi sostenitori corporativi e di lavorare insieme per costruire un piano d’impegno. Possiamo dare al vostro personale una presentazione sul nostro lavoro e sostenervi quando organizzate una raccolta di fondi all’interno della società o eventi per aumentare il profilo. Ognuno può aiutare Transaid in un modo o nell’altro”.

Per ulteriori informazioni, visitare www.transaid.org.

 

“Ottenere aiuto per le comunità in tali condizioni è molto importante ma non è facile. Soprattutto, questi paesi hanno un bisogno disperato di fondi e le donazioni a Transaid fanno veramente tanto.”

Transaid_content_images_750x400_5

Peter MacLeod di SHD esorta a sostenere gli eventi di raccolta fondi come la sfida Cycle Tanzania 2015.

Print