Movimentazione dei materiali

1.000 modi di personalizzare il vostro carrello per il carico

da Gian Schiava

Settembre 2016

Utilizzate gli accessori del carrello per aumentare la versatilità di movimentazione dei materiali

Un carrello è fondamentalmente un veicolo per il trasporto della merce con un montante e forche nella parte anteriore e un contrappeso sul retro. I produttori di carrelli offrono un’ampia scelta di opzioni, ma il dispositivo di movimentazione rimane essenzialmente lo stesso. Gian Schiava esplora la varietà degli accessori che possono essere aggiunti al carrello per le esigenze più specifiche.

Un accessorio può essere montato su un carrello nuovo o come retrofit per soddisfare una nuova necessità di movimentazione. Proviamo a dare una definizione: un dispositivo, ad eccezione delle forche convenzionali o estensioni schienale per i carichi, è montato in modo permanente o solo temporaneo sul montante del carrello per aiutare a gestire un carico particolare.

Da ciò possiamo dedurre due cose. In primo luogo, un accessorio può essere rimovibile, cioè rimosso in qualsiasi momento. In pratica, questo significa che è possibile aumentare la versatilità del carrello, il quale sarà equipaggiato per eseguire attività diverse di movimentazione. In secondo luogo, oltre alla versatilità, si aumenta anche la produttività; dato che il carrello è in grado di gestire un carico specifico con maggior facilità, ne consegue che il lavoro sarà fatto più rapidamente.

Partendo da queste premesse emergono altri vantaggi, ad esempio una maggior sicurezza o una riduzione dei costi per danni. Ovviamente, una movimentazione giusta del carico significa meno rischio di danni alla merce.

Se i vantaggi di montare un accessorio sembrano schiaccianti, lo sono anche le scelte disponibili. Sul mercato troverete letteralmente centinaia di configurazioni, disegni e modelli diversi. Ne esamineremo alcuni.

Le scelte popolari

Senza dubbio, il traslatore è uno degli accessori più comuni utilizzati oggi. Infatti, molti produttori di carrelli lo offrono come standard. Un traslatore consente di spostare le forche da sinistra a destra (o viceversa) e permette di prelevare la merce più velocemente poiché evita la necessità di un allineamento perfetto del carrello. Certamente si rientra nella categoria di una maggior produttività.

Se il carrello elevatore sarà in grado di movimentare meglio un carico specifico, potete scommettere che il lavoro sarà svolto più rapidamente.

Attachments_content_images_750x400_3

Le pinze per bobine di carta sono dotate di vari tipi di imbottiture a seconda del carico.

I dispositivi per lo spostamento laterale sono disponibili in versioni ad aggancio ed integrati. I primi sono rimovibili ed  offrono la flessibilità, ma quelli integrati riducono la perdita di potenza normalmente sperimentata quando si aggiunge un accessorio. Daremo ulteriori spiegazioni in seguito.

Vantaggi simili sono assicurati dal posizionatore o bilanciere delle forche che consente al conducente di aumentare o ridurre idraulicamente il divario tra le forche. Come il traslatore, aumenta la velocità, ma ha il vantaggio di poterlo adattare per prelevare oggetti con forme fuori del comune e pallet di dimensioni diverse. Naturalmente, con un traslatore le forche possono essere sempre spostate a mano, ma l’operatore perderà del tempo per entrare e uscire dal carrello.

Esigenze particolari richiedono una gestione speciale

Le molteplici altre opzioni vertono per lo più sulla possibilità di afferrare contenitori, rotoli, sacchi e altri tipi di prodotti che devono essere trasportati in modo sicuro nel magazzino. Ecco alcuni esempi:

Pinze per rotoli di carta

Questi dispositivi gestiscono rotoli di carta di dimensioni diverse per industrie varie quali tipografie e fabbriche della carta e altri prodotti collegati alla carta. Cosa importante, possono essere montati con controlli automatici della pressione per evitare di danneggiare il rotolo di carta. Esistono tipi diversi di pinze di serraggio a seconda della carta che viene gestita.

Attachments_content_images_750x400_5

Molte pinze per bobine di carta hanno dei controlli automatici della pressione per evitare danni.

Respingitori o dispositivi spingi/tira

Vengono usati per i carichi collocati su ripiani di scorrimento piuttosto che pallet in legno o sintetici. Il vantaggio deriva ovviamente dal risparmio sui costi, poiché l’uso dei ripiani costa meno. In breve, tra i vantaggi si annoverano risparmi per la manutenzione, un’area più piccola per conservare la merce e meno danni a causa di pallet vecchi. I ripiani di scorrimento sono spesso utilizzati con sacchi (es. per il cemento, i semi o il grano), alimenti in confezioni varie, prodotti lattiero-caseari, frutta e scatole di cartone ondulato.

Attachments_content_images_750x400_2

I posizionatori per le forche consentono agli operatori di muoverle facilmente e velocemente. Le forche sono inserite nei supporti bianchi sula piastra.

Morsetti e rotatori

Per gestire gli oggetti più grandi o di forma quadrata i carrelli possono essere dotati di morsetti o un rotatore. Questi tipi di accessori sono utilizzati nei settori industriali in cui si movimentano mattoni, massi, bevande, carta, tessuti, elettrodomestici e altre applicazioni elettroniche. Possono essere usati anche per gestire i prodotti fragili.

Movimentatori di pallet multipli

 

Attachments_content_images_750x400_4

Pinza per carichi di forma squadrata.

Aggiungere un accessorio non significa soltanto montarlo

L’arricchire il vostro carrello con un accessorio speciale comporta delle conseguenze. Forse la più grande è che il centro di gravità ne risentirà in modo negativo, risultante in una capacità di carico ridotta. Potrebbe anche avere un  impatto sulla stabilità, poiché si mette un peso supplementare sulla parte anteriore del carrello.

In pratica, questo significa che potreste aver bisogno di un veicolo con una capacità di carico maggiore a paragone di prima. Un carrello più capace significa spesso anche un contrappeso più pesante, eliminando il rischio che la stabilità sia (leggermente) ridotta.

 

Molti fornitori offrono formule e grafici di calcolo del tasso per dimostrare quale sarebbe l’impatto di un accessorio per il vostro carrello. Tuttavia, fa più senso  discutere dettagliatamente le proprie esigenze con il fornitore del veicolo al fine di determinare quale potrebbe essere la configurazione più adatta.

Attachments_content_images_750x400_6

Applicazione tipica di un posizionatore multipallet.

Attachments_content_images_750x400_1

Posizionatore multipallet per sollevare due pallet contemporaneamente.

L’uso di attrezzature comporta anche la necessità per gli operatori dei carrelli elevatori di formazione aggiuntiva per ottenere le competenze necessarie per inserire, far funzionare e rimuovere i dispositivi.

Nel caso di un carrello elettrico esiste un’altra preoccupazione: l’uso pesante di un dispositivo aggiunto può accorciare considerevolmente la durata della batteria e pertanto influenzerà la scelta degli accumulatori. Potrebbe anche essere necessario regolare il sistema idraulico poiché si deve allineare accuratamente la batteria, la pressione idraulica, le dimensioni dei tubi e la capacità dei vari dispositivi. Sotto quest’aspetto i rivenditori delle apparecchiature di movimentazione professionale lavorano a stretto contatto con i fornitori delle batterie, non solo per garantire la produttività, ma anche per ridurre al minimo i costi energetici.

Infine, tenete presente che l’utilizzo di dispositivi extra significa anche un maggior addestramento degli operatori dei carrelli affinché siano competenti nel montaggio, funzionamento e rimozione degli accessori.

 

Compiti molteplici

Gli accessori trasformano il carrello in una macchina polivalente e, se selezionati al modo giusto, migliorano le operazioni di magazzino. I guadagni della produttività dovrebbero superare i costi aggiuntivi degli investimenti, manutenzione e aggiustamento del carrello, sempre che tutte le possibilità siano state considerate con la massima attenzione.

Print